A NERA

A Nera

Libro d'Arte Morgana Edizioni - Collana Voyelles – omaggio a Rimbaud N.1
Testo di Roberto Corsi - Poesie di Liliana Ugolini - Opera di Gianni Dorigo
a cura di Alessandra Borsetti Venier

Alcuni testi:

(Abitare il nero)

Antenna

M'annienta nero
l'Antenna dell'insetto
cenno di cappio inconscio
e macigno del no.
Gettarsi nel rifiuto
e rivoltare il guscio
della tartaruga
in metamorfosi d'estremo
rallentarsi del suo sì
sibilo spiro.

Ospiti del breve incanto
incauti e incanutiti
danziamo il ballo della mosca.
Il ragno non sappiamo dove sia
tanto è sepolta in noi la sua zampata.

riga

(Abitare il nero)

Apuleio

E' un cerchio di concetti
(narrazioni) sulla pagina
annerita di parole
d' Apuleio favole a filo
(stringere le fila),. Poetica
scovata di mani
le canzoni spaziano
in mutazione di pelle.

Emergere dall'edere sui tronchi
dai tagli dell'avene. Le pietraie
ordinate tappezzano d'ortensie di soft
( lo struggimento) e nel cammino pieno
l'angolo è scosceso. L'incanto del terribile
respinge un cosmo d'origine nei voli
e m'attaccano mosche di Zefiro.
Gli sconosciuti luoghi mancano
alle mie mani e le zolle sconosco nella coltre di cenere.
Spira l'ira di Venere e le percosse percorrono
Cupido dalle ruote impennate.
Gronda Psiche in corolle.