FIGURINE

figurine

"Figurine" di Liliana Ugolini
Monologhi in versi liberamente tratti da Racconti crudeli e Eva futura
di Villiers De L'Isle Adam (1838-1889) - eBook La Recherche

Con questo esergo tratto da Fiapoebesie/Vagazioni (1996 Gazebo) che ripropongo qui, confermo le mie motivazioni a scrivere su " altro" da una poesia intimistica come affermo (con Vincenzo Lauria) nello pseudo manifesto "Oltre infinito". (Facebook).
Perché far poesia su fiori, animali, ouvertures, fiabe e (altro) quando le parole centellinate in turbolenze, s' impigliano nei glomi dei percorsi?Per parlar d'altro da sé, alla ricerca dei dintorni, disgregando quell' Io monumento delle voci nelle voci, per proporsi velina da ricalco, pedina, per ripercorrere il dejà vu, il già detto, per rileggerci in un angolo di soffitta, come pausa rubata al silenzio zeppo, per un appiglio qualsiasi.

Questi testi nascono da una frequentazione al libro " Racconti crudeli" di Villiers De L'Isle Adam che ho tenuto in macchina, casualmente, per diverso tempo (tengo sempre un libro in macchina per coprire con letture vuoti di attesa) e leggendo e rileggendo ho trovato nel simbolismo della sua scrittura, assonanze. La frequentazione dell'autore con Verlaine e Mallarmè ha fissato un legame " mitico" col suo tempo e la rilettura e la trasposizione ne sono state naturali conseguenze. Inoltre col Gruppo di Gianni Broi, ho assistito ad una performance sulla tomba di Villiers De L'Isle Adam al Père Lachaise di Parigi, su " Eva Futura" stabilendo un rapporto anche " storico" con la sua figura di scrittore.

Da questi " monologhi" è in preparazione una pièce per teatro da appartamento (al quale ritorno saltuariamente) e che sarà messa in scena prossimamente per ricordare questo autore che non gode di facili simpatie e che scopro attuale e presago.